ABOUT ME

Nasco a Trieste negli anni ‘70 e già dai 14 anni comincio a dedicarmi sia ai bambini, insegnando loro il nuoto per salvamento (mia attività agonistica) che al volontariato presso l’Unione Italiana Ciechi.

Così, mentre seguo corsi di specializzazione in ambito sportivo (culminati con le qualifiche professionali di Maestra di Salvamento, maestra di nuoto e di canottaggio), dall’altro imparo a scrivere nel linguaggio Braille.

Festeggio i 18 anni pubblicando, con certificazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il solo manuale di primo soccorso pensato esclusivamente per l’utente privo della vista…ah sì …intanto mi diplomo anche in lingue.

Poi, mentre rincorro il diploma universitario in giornalismo, lavoro come assistente di lingua inglese a scuola affiancando una prof.ssa non vedente e riprendo in mano il flauto traverso e l’ottavino e rispolvero il mio vecchio amore: la macchina fotografica.  Pubblicheranno alcune foto in copertina di un cd del Coro Montasio)

Finisce che vinco un concorso, passo il corso professionale e per due anni sono impiegata come Security and Passengers’ Screening in aeroporto ma, il pessimo ambiente lavorativo e la scarsissima empatia e collaborazione tra colleghi, mi riporta nell’ambiente scolastico dove, dopo la classica gavetta sul campo, divento responsabile del personale ma, al contempo, posso continuare a seguire anche i bimbi. È un periodo proficuo e felice in cui porto avanti anche la passione per i cavalli, conseguendo la patente A2 Fitetrec/Ante e passo dalla Banda dei Ricreatori Toti e Gentilli di Trieste, alla civica di Monfalcone ed in quella di Ronchi dei Legionari.

Poi nel 2012 nasce mia figlia e la mia vita cambia rotta ancora una volta.

Messi in stand by un paio d’anni dopo, per incompatibilità di orari prove/concerti le bande ed il cavallo, mi dedico ancora una volta seriamente al volontariato.

Nel 2015 divento co-admin del gruppo facebook “Aiutiamoci ad Aiutare Trieste” ed a questo punto posso dire di aver finalmente raggiunto l’obiettivo: poter dare aiuto agli altri tramite il bagaglio culturale, sociale e lavorativo maturato (per i dettagli vi invito a leggere la pagina dedicata al gruppo).

Ora negli ultimi due anni, sono riuscita finalmente a passare a delle macchine fotografiche serie, ho seguito corsi specifici (ma molti ne devono arrivare), ed al momento, mi metto a disposizione per servizi fotografici, volti soprattutto ad avere sempre un occhio di riguardo per chi è in difficoltà sia economica che fisica.